Menu
Città di LecceCittà di Lecce
Home > Vivi Lecce > Dettaglio evento

Il progetto "La terra di Libertini": itinerari naturalisti, storici e fotografici accessibili.

30 agosto
accessibility

Il 30 agosto, il 7 e 13 settembre, tre percorsi simultanei incentrati sul territorio di Frigole e Borgo Piave, con totale accessibilità a tutte le esigenze speciali connesse a disabilità motorie, sensoriali e relazionali, prevedendo percorsi con linguaggio semplificato, interpreti lis e una info line dedicata per comunicare ulteriori esigenze.
Punto di ritrovo: Masseria Gianmatteo di Frigole-Borgo Piave alle ore 18.00.

“La Terra di Libertini” nasce dall’idea di offrire a cittadini e turisti un pacchetto culturale del tutto inedito, frutto dell’intreccio tra diverse espressioni artistiche tra cui teatro, musica e fotografia e la tradizione enogastronomica locale, specchio di un ricco patrimonio culturale. Fiore all’occhiello del progetto è la totale accessibilità a tutte le esigenze speciali connesse a disabilità motorie, sensoriali e relazionali, prevedendo percorsi con linguaggio semplificato, interpreti lis e una info line dedicata per comunicare ulteriori esigenze.

Il primo percorso, che avrà carattere principalmente naturalistico, della lunghezza di circa 6 km, si svolgerà tra strade sterrate e architetture tipiche contadine, all’ombra degli ulivi e dei lecci; permetterà di esplorare la tipica macchia mediterranea e di riconoscere con l’aiuto della guida ambientale la flora e la fauna presenti nel sentiero del SIC “Bosco della Lizza”. A questo percorso si collega la performance teatrale “Transumanze”, scritta e raccontata da Fabrizio Pugliese, un insieme di piccoli racconti raccolti in diverse aree geografiche e riuniti in una storia unica, per parlare di un presente incapace di capire la bellezza della diversità culturale, economica e sociale.

Il secondo tragitto, che si configurerà come una “passeggiata fotografica”, si svilupperà dalla masseria Giammatteo al bacino di Acquatina. Percorrendo un sentiero usato nella seconda guerra mondiale che conduce da via dei Cedri a via 

Giuseppe della Vedova e da lì al mare, si giungerà al bacino Acquatina e da lì si farà ritorno attraversando un’area boschiva, uliveti e i canali della bonifica. Di media difficoltà e della lunghezza di circa 7 Km. Gli esperti fotografi animeranno la passeggiata fornendo nozioni di fotografia naturalistica e di paesaggio che consentiranno ai partecipanti di apprendere le tecniche di base per scattare fotografie tecnicamente corrette.

Il terzo tragitto sarà una passeggiata foto-naturalistica e si svilupperà su un tracciato di circa 4 km totali; da Giammatteo porterà prima al bosco della Cervalora e poi a Borgo Piave, ritornando alla masseria dalle stradine sterrate che costeggiano campi coltivati e aree a vegetazione spontanea. Questo percorso è dedicato a persone (bambini e adulti) con disabilità intellettiva e/o relazionale (incluso l’autismo.

I tre gruppi convergeranno a Masseria Giammatteo per un momento di aggregazione, in cui il gruppo Yaràka proporrà un percorso musicale multiculturale volto alla ricerca di radici musicali comuni tra territori tra loro lontani. Un momento che sarà esaltato da una festa contadina, caratterizzata da un allestimento con tavoli in legno e panche di fieno, e dalla preparazione e degustazione di prodotti tipici locali e da forno.

Info:

info@movidabilia.it



  Date

Dal
30/08/2018 18:00
Al
13/09/2018 23:00

  Luogo