Menu
Città di LecceCittà di Lecce
Home > News > Dettaglio

Comunicazioni della Garante dei diritti delle persone private della libertà personale della Città di Lecce

news generica

Lunedì 18 febbraio, la prof.ssa Maria Mancarella, Garante dei diritti delle persone private della libertà personale della Città di Lecce ha incontrato il Prefetto S.E. la dott.ssa. Maria Teresa Cucinotta, all’interno del percorso di incontri conoscitivi con le autorità istituzionali finalizzati, come previsto dalla normativa, alla costruzione di una rete di relazioni sinergiche con il territorio.

L’incontro, realizzato nell’ambito delle attività previste dal delicato ruolo di garanzia, è avvenuto in clima di grande cordialità. Dal colloquio tra il Garante e il Prefetto sul tema della tutela del detenuto e dei suoi diritti fondamentali, sono emersi importanti spunti per la costruzione di un sistema ottimale di sinergie istituzionali.

Nei mesi successivi alla sua nomina da parte del Comune di Lecce, avvenuta il 17 aprile 2018, la Garante ha avuto numerosi incontri con organismi istituzionali e sociali, con operatori e associazioni del territorio che operano nel variegato mondo delle restrizioni di libertà. Tra gli altri ha incontrato la Responsabile del Tribunale di Sorveglianza di Lecce, dott.ssa Silvia Dominioni, la Direttrice dell’Ufficio Distrettuale di Esecuzione Penale Esterna, dott.ssa Paola Ruggeri, la Direttrice provinciale del Patronato ACLI, dott.ssa Loredana Tundo, il Commissario straordinario per la amministrazione del Comune di Lecce, S.E. dott. Ennio Mario Sodano.

In tutti gli incontri la Garante ha potuto verificare la presenza di grande sensibilità per ciò che riguarda la tutela dei detenuti e delle persone private della libertà personale e una disponibilità operativa finalizzata alla attuazione della piena funzione rieducativa della pena, anche attraverso la realizzazione di iniziative rivolte al reinserimento sociale dei soggetti interessati.

Significativa e improntata alla piena cooperazione è stata l’interlocuzione costante con la direzione della Casa Circondariale Borgo San Nicola, nella persona della dott.ssa Rita Russo, con i suoi vice, dott.ssa Patrizia Andrianello e dott. Giuseppe Renna, con il Comandante della Polizia Penitenziaria, Commissario Capo Riccardo Secci, con la Responsabile del Servizio Sanitario dott.ssa Alessandra Moscatello e con tutto il personale in servizio presso la struttura. 

In questi mesi la Garante ha partecipato a convegni, seminari, all’esterno e all’interno della Casa Circondariale. Da segnalare l’incontro con la Giudice della Corte costituzionale dott.ssa Daria de Pretis che, nell'ambito del progetto 'Viaggio in Italia: la Corte costituzionale nelle carceri', ha incontrato il 16 novembre 2018 le detenute della sezione femminile della Casa Circondariale di Borgo San Nicola, accompagnate in un percorso preparatorio a quest’incontro dalla Prof. Ada Fiore, responsabile del laboratorio filosofico Liberadentro, attivo nel carcere di Lecce.

Lo scorso 13 febbraio la Garante ha partecipato, insieme a una delegazione di studenti del Corso di Laurea in Giurisprudenza dell’Università del Salento, accompagnati dal prof. Rossano Adorno, ad una emozionante rappresentazione curata dal Collettivo Rosa dei venti, “Vide Cor Meum”, scritto e teatralizzato dai detenuti partecipanti al Laboratorio stabile di Scrittura e Lettura “Mondo Scritto” a cura della scrittrice e giornalista Luisa Ruggio, in collaborazione con la Direzione della Casa Circondariale; segno questo di come anche il carcere possa diventare un luogo di aggregazione sociale, di accoglienza e di scambio, all’insegna dei valori del rispetto e dell’amicizia.
22 febbraio 2019