Menu
Città di LecceCittà di Lecce
Home > News > Dettaglio

Laboratorio Comunale per l'Accessibilità: attivati quattro assegni di ricerca presso l’Università degli Studi di Firenze e l’Università del Salento

news

Il Comune di Lecce con delibera di consiglio comunale n. 70 del 3 dicembre 2019 ha approvato il “Regolamento di attuazione del Piano per l’Accessibilità e del Laboratorio Comunale per l’Accessibilità di Lecce.

Oggetto del regolamento è definire la procedura di attuazione del piano, le modalità istitutive, i compiti, le funzioni e le figure professionali del Laboratorio Comunale per l’Accessibilità.

Il Laboratorio Comunale per l’Accessibilità (LCA) è inteso quale struttura tecnico-amministrativa che:

  • definisce, d’intesa con gli amministratori e con i portatori d’interesse, gli indirizzi culturali ed operativi del Piano per l’Accessibilità;
  • sovrintende allo svolgimento delle diverse fasi operative ed attuative del Piano per l’Accessibilità;
  • svolge funzioni di coordinamento e controllo in ordine alle conseguenze delle politiche attuate sul territorio comunale (edilizie, urbanistiche, inerenti i servizi alla persona, ecc.) in termini di accessibilità a edifici, spazi, beni e servizi pubblici.

Per organizzare il LCA l’amministrazione comunale ha inteso procedere creando sinergie con enti universitari, anche del territorio, per sperimentare appieno la metodologia del “Piano per l’Accessibilità”.

Ha quindi attivato quattro assegni di ricerca presso il Dipartimento di Architettura dell’Università degli Studi di Firenze, il Dipartimento di Storia, Società e Studi sull’Uomo e il Dipartimento di Ingegneria dell’Innovazione dell’Università del Salento, al fine di disporre di competenze esterne specializzate nelle attività di rilievo ed elaborazione grafica, programmazione e progettazione degli interventi (architetti), nella definizione dei bisogni del territorio con particolare riferimento ai gruppi e alle categorie sociali che maggiormente subiscono la presenza di barriere fisiche, architettoniche, sociali e culturali (sociologi), nonché nell’elaborazione dei dati e di strumenti informatici a supporto dell’indagine e dell’attività progettuale (ingegneri informatici).

Gli assegni di ricerca saranno conferiti attraverso una procedura di evidenza pubblica, a seguito di pubblicazione dei bandi dalle rispettive università summenzionate.

Di seguito i link per consultare i bandi pubblicati:

 

Ultimo aggiornamento: 13 febbraio 2020